RICERCA ALLOGGIO
RICERCA ALLOGGIO


Notti
PARTENZA 08/12/2021
Occupanti per camera/alloggio
Numero Adulti
Numero bambini


Pubblicato il 03/10/2021
Ufficio stampa Apt Val di Fassa

Temperature miti, itinerari da percorrere a piedi o con la bike, terme per rilassarsi e agritur dove gustare i prodotti locali: la valle ladina ora dà il meglio di sé

 

Colori, esperienze, sapori e silenzi. L’autunno in Val di Fassa garantisce tutto questo grazie a un clima piacevole - con aria frizzantina al mattino e alla sera e il tepore deciso nelle ore centrali della giornata - che si rivela ideale per trekking in quota tra alcuni dei gruppi dolomitici più celebri come Marmolada, Sella, Sassolungo e Catinaccio. Fino alla prima metà di ottobre, tra l’altro, alcuni impianti di risalita aperti - fra cui la funivia che porta ai 2950 m del Sass Pordoi aperta fino al 1° novembre - facilitano l’ascesa e permettono di percorre gli itinerari (che d’estate sono decisamente più frequentati) godendo di paesaggi silenziosi e baciati da nuance sempre più intense, man mano che ci si addentra nella stagione del foliage.

Chi, oltre alla quota, desideri conoscere il fondovalle può seguire il corso del torrente Avisio e la passeggiata piacevolissima che l’accompagna, così come gli itinerari culturali che conducono al Museo Ladino di Fassa a Vigo e alle sue sezioni sul territorio, alle chiese fassane più antiche e nei paesi pittoreschi della valle.

Gli amanti, invece, della bici possono avventurarsi sulle salite e le discese di passi come Pordoi e Sella, che hanno fatto la storia del ciclismo, oppure pedalare lungo la “Pista Ciclabile delle Dolomiti di Fiemme e Fassa” (48 km da Penia di Canazei a Molina di Fiemme). Per tutto il mese di ottobre nei week end è attivo il “Bike Express Fiemme e Fassa”, il bus con il rimorchio per le bici che permette di percorrere la pista solo in falsopiano e discesa e di rientrare (evitando la salita) comodamente seduti. Con l’mtb, poi, si può puntare a mete più ambiziose, che ripagano con un panorama strepitoso, quali Val Duron e Val Contrin. Un’alternativa alle escursioni a piedi o con le due ruote? I trekking a cavallo, per un’autentica simbiosi con la natura.

Tanta attività fisica va sicuramente ricompensata a tavola, gustando i prodotti del territorio come i formaggi Puzzone di Moena Dop e Cher de Fascia realizzati nei caseifici valligiani, ma anche i caci, i salumi, le tisane e gli sciroppi preparati con cura negli agritur di Fassa che, in autunno, sono aperti.

Chi, infine, ricerca soggiorni di relax per ritrovare la forma e il buonumore, ha a disposizione le sorgenti termali di Aloch (che sgorgano a 1320 metri dalle rocce sedimentarie di Bellerophon del gruppo dei Monzoni) di Pozza. Nel paese fassano le possibilità sono molteplici grazie alla presenza sia delle Terme Dolomia (convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale) dove le proprietà delle acque sulfuree si declinano al meglio in cure e trattamenti (in particolare aerosol e fanghi), sia dell’oasi di benessere rappresentata dalle QC Terme Dolomiti. Questa struttura che si sviluppa su oltre 4 mila metri quadri distribuiti in tre livelli - con innumerevoli vasche, idromassaggi, saune, bagni di vapore, zone relax e bistrot per salutari break di gusto - si affaccia da un lato sulle sponde del torrente Avisio e dall’altro su Cima Undici e Valacia. È indubbio che, immersi nelle tinozze e nelle vasche all’aperto (con acqua a 37°), le Dolomiti di Fassa acquistino una prospettiva resa davvero unica dai colori d’autunno.






tourist-guide
VAL DI FASSA TOURIST GUIDE

Scarica l’App ufficiale della Val di Fassa.

Val di Fassa Tourist Guide è l’App mobile gratuita per tablet e smartphone che ti permette di scoprire la valle in un "touch". Disponibile per iPhone e Android

DEPLIANT E BROCHURE

Scarica o sfoglia online le nostre brochure. Di alcune potrai richiederne una copia, che ti verrà spedita a casa

Seguici su