RICERCA ALLOGGIO


Pubblicato il 30/08/2019
Ufficio stampa Apt Val di Fassa

Dal 5 all’8 settembre, si celebra il significativo anniversario della manifestazione che, nella parata domenicale, richiama un migliaio di ladini con gli abiti tradizionali e tanto pubblico ad applaudire

Compleanno importante, quello del 2019, per una manifestazione che, nel tempo, ha mantenuto tutta la freschezza e la contemporaneità delle cultura e della tradizioni ladine. Così dal 5 all’8 settembre, per la quarantesima volta la "Gran Festa da d’Istà" chiama a raccolta a Canazei tutti i ladini di Fassa e delle vallate limitrofe con il suo pot pourri di gastronomia tipica e musica folk e l’immancabile corteo domenicale: l’8 settembre, alle 15, nel cuore del paese gli organizzatori promettono i solito lustro e anche qualche sorpresa tra i numerosi gruppi folkloristici e le bande provenienti, oltre che da tutti i paesi della Val di Fassa, anche da Val Gardena, Val Badia, Livinallongo e Ampezzo. Sono oltre un migliaio i ladini nei ricercati "guanc" (abiti tradizionali), carrozze e carri addobbati a festa, che attraversano le strade principali di Canazei, per poi ritrovarsi tutti sui prati di Pian de Parèda, accanto alla tensostruttura allestita appositamente per la manifestazione, dove le bande suonano all’unisono e i gruppi si esibiscono nei balli della tradizione. Note e danze continuano, una volta terminata la parata, ad animare la chiusura della manifestazione fino a tarda sera.
Ma la "Gran Festa da d’Istà", organizzata da Croce Bianca e Vigili del Fuoco di Canazei due associazioni fondamentali per la vita della comunità locale che in questa occasione mettono in campo 250 volontari, comincia il 5 settembre con il carro itinerante che porta la musica (dalle 17) lungo le strade e le piazze del paese. Dopodiché sotto la grande tenda si alternano noti gruppi di musica folk in grado di trascinare tutti in canti e danze sfrenate. Ma c’è anche l’occasione di assaggiare i piatti della tradizione culinaria locale: taglieri di salumi, canederli, zuppa d’orzo, carni affumicate, stinco, salsicce, crauti, l’immancabile polenta e, poi, “sones” e “fortaes”, i dolci tipici ladini. Queste sono alcune delle pietanze che comporranno un menù all’insegna dei gusti intensi che aiutano a salutare, in allegria, l’estate che se ne va.

 






tourist-guide
VAL DI FASSA TOURIST GUIDE

Scarica l’App ufficiale della Val di Fassa.

Val di Fassa Tourist Guide è l’App mobile gratuita per tablet e smartphone che ti permette di scoprire la valle in un "touch". Disponibile per iPhone e Android

DEPLIANT E BROCHURE

Scarica o sfoglia online le nostre brochure. Di alcune potrai richiederne una copia, che ti verrà spedita a casa

Seguici su