RICERCA ALLOGGIO


Pubblicato il 02/12/2019
Ufficio stampa Apt Val di Fassa

L’abete rosso, che sarà illuminato l’8 dicembre dando il via alle celebrazioni natalizie fiorentine, è uno dono che sottolinea il sodalizio tra la Val di Fassa e il capoluogo toscano, come ha sottolineato il sindaco Dario Nardella che ha accolto personalmente l’albero in piazza Duomo

Ha 64 anni l’albero di Natale che il comune di Moena, in Val di Fassa, ha regalato alla città di Firenze. Uno più del boscaiolo che l’ha tagliato, Bruno Chiocchetti, che ha voluto accompagnare l’albero fino in Piazza del Duomo: «Non ero mai stato a Firenze - ha detto Chiocchetti - e ho preso al balzo l’occasione di portare in città questo magnifico albero. Il taglio di una pianta è sempre un momento di malinconia – ha aggiunto – ma in questo caso non avevamo alternative: si tratta dell’albero più alto che avevamo nel giardino della nostra “scolina” (così si chiama in lingua ladina la scuola materna, ndr) e l’abbiamo dovuto tagliare perché, così vicino alla scuola, proprio sopra l’area giochi, poteva rappresentare un pericolo per i nostri bambini».  L’abete rosso originariamente era alto 22 metri (ridotti a 12 per le esigenze di trasporto) ed è arrivato a Firenze dopo un viaggio di oltre 400 chilometri a bordo di un autotreno Scania. L’albero è giunto a destinazione lunedì 2 dicembre, di buon mattino, per essere collocato nella più bella piazza del capoluogo toscano ed allestito nei giorni successivi.br>
Il regalo dell’albero di Natale è un simbolo dell’amicizia tra Moena - la Fata delle Dolomiti - e la città di Firenze, stretta durante le tante estati in cui i giocatori della ACF Fiorentina hanno scelto per il ritiro estivo la località della Val di Fassa, a 1.200 metri di quota sul livello del mare. La storia di questo dono e del suo viaggio dalla valle ladina fino al capoluogo toscano, è stata narrata anche in un video realizzato dall’Apt Val di Fassa.  Il sindaco di Firenze, Dario Nardella è voluto essere presente in piazza Duomo nel momento in cui l’albero è arrivato e ha salutato il boscaiolo trentino Bruno Chiocchetti invitandolo a tornare a Firenze per visitare la città. Nardella, infine, ha ribadito la grande amicizia che c’è tra la città di Firenze e la valle di Fassa: “La vostra valle è frequentata da tanti fiorentini, è un posto dove mi capita – lungo i sentieri, in passeggiata – di sentirmi salutare con un “ciao sindaco”, insomma in valle di Fassa mi sento a casa”.
In occasione dell’accensione delle luci dell’albero, prevista nel pomeriggio dell’8 dicembre, anche Edoardo Felicetti, sindaco di Moena, e Andrea Weiss, direttore dell’Azienda per il Turismo della Val di Fassa che si sono adoperati per il dono dell’albero, saranno a Firenze con per salutare Dario Nardella, sindaco di Firenze, e i rappresentanti della squadra viola che gioca tutte le partite di dicembre con il logo della Val di Fassa (come secondo sponsor) sulla maglia.



Video




tourist-guide
VAL DI FASSA TOURIST GUIDE

Scarica l’App ufficiale della Val di Fassa.

Val di Fassa Tourist Guide è l’App mobile gratuita per tablet e smartphone che ti permette di scoprire la valle in un "touch". Disponibile per iPhone e Android

DEPLIANT E BROCHURE

Scarica o sfoglia online le nostre brochure. Di alcune potrai richiederne una copia, che ti verrà spedita a casa

Seguici su