RICERCA ALLOGGIO
RICERCA ALLOGGIO


Notti
Partenza : 29/09/2020
Occupanti per camera/alloggio
Numero Adulti
Numero bambini


Pubblicato il 26/08/2020
Ufficio stampa Val di Fassa

In un video spettacolare, l’ascesa della guida alpina Bruno Pederiva che risale 80 metri per raggiungere l’ingresso del primo ricovero alpino realizzato nel 1875, mostrando così di quanto si è ritirato il ghiacciaio in questi anni 

Nel 1875, il ghiaccio quasi sfiorava l’ingresso del rifugio più antico delle Dolomiti, costruito sulla Marmolada. Oggi quell’uscio che permette l’ingresso a un ricovero largo 5 metri e alto 4, scavato nella roccia oltre 145 anni fa anche con l’uso delle mine, è a una altezza di 80 metri dallo strato di ghiaccio che ricopre la Marmolada. A fornire il particolare dato sul ritiro del ghiacciaio delle Regina delle Dolomiti, è lo scalatore e guida alpina Bruno Pederiva, nel video "Il primo rifugio delle Dolomiti", ideato e realizzato dai giornalisti Andrea Selva e Elisa Salvi per l’Apt della Val di Fassa che lo ha pubblicato il 26 agosto sui suoi canali social (Facebook, Instagram e Youtube) ottenendo in poche ore decine di migliaia di visualizzazioni. Le immagini, girate il 12 agosto scorso, ritraggono sia lo stato del ghiacciaio (che in questo momento dell’estate mostra la sua maggiore sofferenza, dopo che si è sciolta tutta la neve caduta l’inverno scorso ed è in costante scioglimento), sia l’ascesa spettacolare, in arrampicata libera, di un maestro della specialità quale Pederiva che, con particolare destrezza, risale in cresta a mani nude e poi, trovato il giusto appiglio dove assicurare la corda, si cala dall’alto nell’ingresso di quella che risulta nell’aspetto (in tutto e per tutto) come una grotta. Le immagini mostrano l’arditezza del gesto riservato a esperti scalatori, la bellezza di una montagna il cui manto di cristalli è aggredito dai mutamenti climatici, e la testimonianza del primo ricovero realizzato dai pionieri locali dell’alpinismo. Alcuni testi storici (le cui immagini sono anche nel video) riportano, anche con foto d’epoca, come il primo rifugio alpino delle Dolomiti sia stato voluto dalla sezione del Cai di Agordo in pieno accordo con gli alpinisti trentini sulla Marmolada, a circa 3100 metri di quota, sul fianco orientale della cresta rocciosa che scendendo verso nord dal culmine del monte limita ad ovest il ghiacciaio.
L’ingresso dell’antico rifugio per quanti salgono versoi 3343 metri di Punta Penia è ben visibile dalla "Via Normale", che attraversa il ghiacciaio, poco prima di affrontare il tratto di ferrata. Molti escursionisti pensano si tratti di una postazione militare realizzata durante la prima guerra mondiale (come in altri luoghi sulla Marmolada). Grazie al video, che mostra anche immagini inedite dell’interno del ricovero, dove Pederiva trova pure una scatola contenente i pensieri degli alpinisti che lo hanno raggiunto e lasciato un ricordo scritto, ora al primo rifugio delle Dolomiti viene restituita la corretta funzione e rinnovata popolarità



Video

 




tourist-guide
VAL DI FASSA TOURIST GUIDE

Scarica l’App ufficiale della Val di Fassa.

Val di Fassa Tourist Guide è l’App mobile gratuita per tablet e smartphone che ti permette di scoprire la valle in un "touch". Disponibile per iPhone e Android

DEPLIANT E BROCHURE

Scarica o sfoglia online le nostre brochure. Di alcune potrai richiederne una copia, che ti verrà spedita a casa

Seguici su