RICERCA ALLOGGIO
RICERCA ALLOGGIO


Notti
Partenza : 13/06/2020
Occupanti per camera/alloggio
Numero Adulti
Numero bambini

Località: Moena
Categorie: Musei e mostre

Periodo d’apertura: da giugno a settembre

Descrizione: la mostra-museo dedicata alla Grande Guerra è allestita a Someda, frazione panoramica di Moena, nella "Stala de la Nenola", nei pressi della chiesa. Aperta nel 2007 dall’associazione storica "Sul fronte dei ricordi", l’esposizione raccoglie armi, munizioni, divise, oggetti d’uso comune della vita dei soldati, ritrovati durante i lavori di ripristino e manutenzione delle postazioni del fronte bellico Fango-San Pellegrino-Costabella-Cima Bocche. La mostra, inoltre, racconta con immagini e fotografie d’epoca il contesto del paese di Moena che per quasi tre anni fu retrovia della prima linea. All’interno, trovano spazio le ricostruzioni di un nido di mitragliatrice, di un segmento di trincea e di una camerata.
Il museo dispone di un piccolo bookshop tematico; in estate vengono proposte visite/escursioni guidate lungo i percorsi storici della Prima Guerra Mondiale.
In occasione del Centenario, parte dei reperti e dei materiali esposti sono stati trasferiti al Teatro Navalge, e arricchiscono, accanto alle collezioni dell’Istituto Culturale Ladino, la mostra "1914-1918 La Gran Vera. La Grande Guerra: Galizia - Dolomiti".

Info

Dettagli

Nel 2005 l’associazione allestì la mostra fotografica "Guerra alla guerra", in una galleria del Sasso di Costabella, a 2.730 metri di quota, tuttora visitabile in estate dagli escursionisti che percorrono la via ferrata "Bepi Zac" (si consiglia di contattare le guide alpine). Si tratta di una raccolta di fotografie sugli orrori della guerra e di testi pacifisti che l’anarchico tedesco Ernst Friedrich espose per la prima volta a Berlino nel 1924.

Nella zona di Costabella, Col Margherita, Bocche, Lusia e in località Fango (sulla strada che collega Moena al Passo di San Pellegrino) sono visibili numerosi campi trincerati.

Superato l’abitato si trova il forte di Someda, edificio a pianta quadrangolare con conci di granito, costruito dal Genio militare austro-ungarico nel 1898. Ritenuto non adatto a scopi difensivi, nel 1915 il forte venne convertito in magazzino militare, mentre l’armamento (cannoni, obici, mitragliatrici) fu dislocato molti chilometri più a monte, verso il fronte di San Pellegrino. Divenuto preda bellica e quindi patrimonio del Demanio Militare Italiano venne dismesso nel 1927, venduto a privati e quindi parzialmente demolito, anche per il recupero del materiale ferroso. Il forte, in parte diroccato, non è visitabile.


Orari e prezzi

Orari d’apertura da luglio a metà settembre: mercoledì dalle 10.00 alle 12.30 e venerdì dalle 17.00 alle 19.00. Solo su richiesta telefonica è possibile visitare il museo in altri giorni e con altri orari (gruppi di min. 10 persone).

Prezzi: ingresso gratuito.


Come arrivare

  • a piedi, seguendo le indicazioni per Someda;
  • con il trenino da Moena, attivo da giugno a settembre (fermata a richiesta);
  • in macchina, parcheggio libero nelle immediate vicinanze.

Photogallery


Video


Mappa


Contatti

Mostra "Sul fronte dei ricordi"

Associazione storica "Sul fronte dei ricordi" - Livio Defrancesco
Strada Frate Emilio Chiocchetti
38035 - Moena
Cell. 334 8222082
Sito web: www.frontedeiricordi.it



tourist-guide
VAL DI FASSA TOURIST GUIDE

Scarica l’App ufficiale della Val di Fassa.

Val di Fassa Tourist Guide è l’App mobile gratuita per tablet e smartphone che ti permette di scoprire la valle in un "touch". Disponibile per iPhone e Android

DEPLIANT E BROCHURE

Scarica o sfoglia online le nostre brochure. Di alcune potrai richiederne una copia, che ti verrà spedita a casa

Seguici su