PASSO SAN PELLEGRINO (Pas De Sèn Pelegrin)   Col Margherita   Forcella Vallazza (L Sforcelin)   Iuribrutto (Gereburt)   PASSO SAN PELLEGRINO (Pas De Sèn Pelegrin)

PASSO SAN PELLEGRINO (Pas de Sèn Pelegrin) - Col Margherita - Forcella Vallazza (L Sforcelin) - Iuribrutto (Gereburt) - PASSO SAN PELLEGRINO (Pas de Sèn Pelegrin)

Trekking

 Escursioni nelle convalli di Fassa Si raggiunge il Passo San Pellegrino (Pas de Sèn Pelegrin) col proprio mezzo parcheggiandolo di fronte all’ospizio (vecchia struttura nei pressi della chiesetta). A piedi si raggiunge la partenza della funivia Col Margherita e si sale con l’impianto fino al Col Margherita, ...

imponente sperone di porfido a quota 2.549. Di qui si prende il sentiero n. 695 denominato “Troi de la Mariota” che segue la cresta in direzione ovest. Sulla destra la montagna è caratterizzata da pilastri di roccia nera ben visibili dalla Val San Pellegrino, a sinistra si trova una landa pietrosa (Laste di Pradazzo) che degrada dolcemente verso il Passo Valles. L’intero territorio è composto da porfido quarzifero, una roccia di origine ignea, utilizzata principalmente per la pavimentazione di strade e piazze. Si segue l’andamento della cresta, restando sempre in quota, alternando brevi salite con leggere discese (splendida vista nelle giornate limpide, difficoltà di orientamento con nuvole basse). Il territorio presenta numerose tracce e resti del primo conflitto mondiale poiché l’area attraversata apparteneva al fronte italiano. Qua e là si intravedono trincee ormai diroccate.Raggiunta la forcella denominata L Sforcelin, m 2.519, all’altezza del rio di Pradazzo, si prosegue ancora per un breve tratto sino ad un bivio. Si svolta a destra affrontando la ripida salita alla Cima di Iuribrutto (Gereburt), una piana desolata che domina la Val San Pellegrino (ore 2.00). Dalla cima, guardando verso ovest, si stagliano le imponenti scarpate di Cima Bocche (m 2.745), roccaforte austroungarica. Fra accumuli di detriti e massi porfirici si scende alla forcella di Iuribrutto (Sforcela Grana, m 2.388). Qui si prende, in discesa, il sentiero n. 628A in direzione nord verso la Val San Pellegrino. Si costeggia la buia parete di Iuribrutto e si risale a destra per uno stretto sentiero che conduce al Pas de l’Ors (m 2.267) dal quale si scende nell’omonima conca tra piccoli larici. A destra si trova la cresta percorsa nel tratto precedente dell’escursione. Si continua a scendere tra boschi e rododendri in direzione del Passo San Pellegrino. Sulla sinistra si intravede lo splendido lago di San Pellegrino di origine morenica. Si arriva quindi al passo percorrendo un ampio prato (ore 1.00; 3.00). Consiglio dell'autore:

Trasporto con impianti.

Non ci sono rifugi in quota.

Leggi tutto

Grazie

Grazie: ti abbiamo inviato una mail per attivare la tua iscrizione e selezionare le tue preferenze se previsto.

Qualcosa è andato storto

Riprova

Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Concept, Design, Web

KUMBE DIGITAL TRIBU
www.kumbe.it | info@kumbe.it 

Chiudi

Grazie

La sua richiesta è stata inviata correttamente e le risponderemo al più presto. Una copia dei dati che ci ha fornito è stata inviata al Suo indirizzo email.

Chiudi

Richiedi informazioni

Stai inviando la richiesta a: APT VAL DI FASSA