RICERCA ALLOGGIO
RICERCA ALLOGGIO


Notti
Partenza : 07/05/2017
Occupanti per camera/alloggio
Numero Adulti
Numero bambini

Excursus tra i sapori della Val di Fassa



La cultura e l’ospitalità ladina rivivono in ogni ristorante della Val di Fassa. Dai locali, in tipico stile tirolese, a conduzione familiare, in cui è doveroso ordinare i classici della gastronomia fassana, ai ristoranti gourmet che propongono una cucina creativa, ricercata, tanto da essere menzionati nelle più prestigiose guide gastronomiche italiane ed estere. Per non parlare dei rifugi in quota, delle malghe, dei bar e delle pasticcerie di fondovalle dove fermarsi per un goloso spuntino. Anche gli hotel della Val di Fassa propongono menù che omaggiano la tradizione montanara più pura.

 

Guida ai ristoranti tipici, pizzerie, rifugi, bar e pasticcerie in Val di Fassa

 

Val di Fassa, a pranzo e a cena. Quali sono i piatti più tipici da assaggiare in Val di Fassa? Sicuramente i canederli, i famosi gnocchi di pane preparati allo speck, al formaggio Puzzone di Moena, agli spinaci e nella versione dolce alla ricotta, alle albicocche o alle fragole. Tra i primi la scelta ricade anche sulla zuppa d’orzo, sui ravioli "ciajoncìe" ripieni di patate e fichi secchi, sui tagliolini ai funghi porcini o sulle pappardelle col ragù di selvaggina. I secondi, più robusti, includono senza dubbio la polenta, cucinata nel paiolo di rame, servita con formaggio fuso o abbinata a succulenti salsicce con crauti, allo spezzatino di capriolo e allo stinco di maiale. Come dolci, non si può dire di no alle "fortaes", una deliziosa pasta fritta dalla caratteristica forma a chiocciola, accompagnate dalla marmellata di mirtilli rossi e allo strudel di mele tiepido con crema alla vaniglia o con una spruzzata di panna fresca. Queste prelibatezze fanno vacillare i piani di mettersi a dieta, categoricamente da escludere per godere appieno della Val Fassa, in tutte le sue sfumature culinarie.

I prodotti tipici della Val di Fassa

Richiami per buongustai

Il segreto della buona cucina di montagna è da ricercarsi nelle ricette tradizionali, dai gusti semplici, autentici, preparate utilizzando solo ingredienti naturali e di grande qualità. E’ questo che rende unica la Val di Fassa. Tra le tante sfiziosità tipiche che prendono per la gola non bisogna assolutamente lasciarsi scappare lo speck, i vari salumi, i formaggi, il pane, i dolci ed il miele.

  • Speck. Preparato secondo antiche ricette alpine dai mastri salumieri della valle, lo speck è il re degli antipasti. La tradizione raccomanda "poco sale, poco fumo e tanta aria buona", secondo un metodo che unisce affumicatura nordica e stagionatura mediterranea. Con quel sapore speziato è ideale per essere accompagnato dal pane di segale, dai cetriolini sott’aceto e dal burro alle erbette aromatiche. Si gusta da solo o assieme ad altri salumi tipici come il "cacciatore" di cervo e il prosciutto di capriolo. Dove acquistare lo speck in Val di Fassa: negozi e botteghe di specialità tipiche

  • Formaggi. Sulle tavole fassane comanda il Puzzone di Moena, "Spetz tzaorì" in ladino, prodotto dal Caseificio sociale di Moena e Predazzo (marchio D.O.P. - Denominazione di Origine Protetta). Inconfondibile per l’aroma deciso e l’odore della crosta che gli è valso il nome, il Puzzone è un formaggio vaccino dalla pasta morbida con un’occhiatura sparsa medio-piccola. La stagionatura varia da un minimo di quattro ad un massimo di otto mesi. La versione "Malga", marchiata con una "M" è un Presidio Slow Food. Solo le forme contraddistinte con questa lettera sono prodotte con il latte munto in estate negli alpeggi tra i 1.700 ed i 2.000 m di quota. Niente insilati, niente sottoprodotti dell’industria e niente Ogm. E’ invece saporito, ma con evidenti note dolci al palato, il nostrano ribattezzato Chèr de Fasha (Cuore di Fassa), l’altra specialità di punta della Val di Fassa. Il Caseificio Sociale di Campitello, rinominato "Mèlga de Fascia" - Caseificio Sociale Val di Fassa (trasferito nella nuova sede di Pera), è il depositario della ricetta originale. E’ un formaggio ricavato da latte crudo di montagna che proviene esclusivamente dagli allevamenti di mucche della valle ed è lavorato, nei paioli di rame, senza scremature e conservanti: solo latte, caglio e sale. Terza chicca, "Il Fassano" del Caseificio Sociale Catinaccio di Tamion. E’ un cacio a latte crudo - così da mantenere inalterati i profumi ed i sapori dei pascoli dolomitici - a crosta non lavata, occhiatura evidente, colore paglierino, molto morbido in bocca con note d’erba e di nocciole tostate. Oltre ai formaggi, nei caseifici si possono acquistare yogurt, panna, ricotta, burro e tante altre prelibatezze lattiero-casearie (mucca, capra, pecora). Dove acquistare: botteghe di specialità tipiche in Val di Fassa

  • Pane. Al finocchio, alle patate, ai cereali, ai semi di cumino o di papavero: entrare nei panifici della valle è sempre una festa di profumi e sapori. Un must da acquistare è lo "Schüttelbrot", d’origine altoatesina, un pane croccante di segale tondo, piatto, secco e speziato che viene esposto su una particolare scaffalatura in legno. Sempre di segale, ma più morbide, le "Puces" sono perfette per una tipica merenda a base di speck e formaggio. Dove acquistare: panifici in Val di Fassa

  • Miele. In ogni preziosa goccia, dalle nuance dorate, il miele racchiude l’essenza più autentica delle fioriture alpine della Val di Fassa. Aprire il vasetto, affondare il naso e lasciarsi inebriare dall’intenso bouquet di aromi di un millefiori di montagna, di un’introvabile melata d’abete o di un rododendro, un bellissimo arbusto protetto che cresce solo sopra i 2.000 m. Tutti prodotti sani e genuini che sono anche ottime idee regalo "cheap and chic". Dove acquistare: negozi e botteghe di specialità tipiche in Val di Fassa


La Strada dei formaggi delle Dolomiti

Itinerari nel gusto trentino

I formaggi locali sono sempre più ricercati dai cultori del gusto. Per conoscerne segreti e tradizioni esiste un curioso itinerario gastronomico: la Strada dei Formaggi delle Dolomiti, che interessa le valli di Fassa, Fiemme e Primiero. Il percorso coinvolge caseifici, ristoranti, agriturismi e botteghe dove fermarsi per assaggiare i migliori prodotti del Trentino.


Osteria Tipica Trentina

La Val di Fassa in osteria

L’Osteria Tipica Trentina, il club in cui ristoranti e trattorie sposano la causa della tipicità, coinvolge anche la Val di Fassa. Agli ospiti vengono proposti, in ambienti accoglienti e molto curati, menù, spesso a km zero, in cui si utilizzano quasi esclusivamente ingredienti d’origine trentina: dai vini all’acqua, dai salumi ai formaggi, dal pane alla frutta. La lista della spesa segue le stagioni per presentare piatti che sono dei veri capolavori di colori e profumi.

Eventi gastronomia

Manifestazioni ed eventi gastronomici in Val di Fassa

Sono due le importanti rassegne gastronomiche che si svolgono in Val di Fassa ogni anno, entrambe ideate da quattro ristoranti di Moena: Foresta, Rifugio Fuchiade, Tyrol e lo stellato Malga Panna, riuniti nell’associazione Ristora Moena. La prima, A tavola con la Fata delle Dolomiti, si tiene a marzo ed è divenuta nel tempo, per qualità e popolarità, l’espressione del gourmet trentino di più alto livello. E’ una settimana dedicata ai cibi della tradizione ladino-fassana, reinterpretati dagli chef con grazia e stile innovativo. A fine settembre invece va in scena Sapori d’Autunno. Nei piatti si fondono nuance e profumi autunnali come il marrone/giallo di porcini, finferli e castagne, l’arancio brillante della zucca, il verde cupo della verza, il beige perlato dell’orzo, il rosa pallido del salmerino e del maialino. Il tutto accompagnato dai migliori vini e distillati del Trentino. Altri eventi/manifestazioni dedicati alla gastronomia in Val di Fassa


Hotel, ristoranti e pizzerie per celiaci

Vacanze gluten free in Val di Fassa

Per una vacanza spensierata sulle Dolomiti anche per gli ospiti celiaci, la Val di Fassa risponde prontamente con hotel, ristoranti, pizzerie e rifugi che garantiscono la massima accuratezza nella preparazione e nel servizio di menù "gluten free". I primi ristoranti-pizzerie certificati AIC (Associazione Italiana Celiachia) in Val di Fassa sono il Vidor di Pozza, Lo Sfizio di Moena e il Faloria di Moena. Oltre alla pizza, vengono serviti un’ampia gamma di piatti e specialità tipiche, rigorosamente senza glutine. Rifugi AIC: Rifugio alpino Roda de Vael (Vigo di Fassa); Rifugio alpino T. Taramelli (Pozza di Fassa).


Rifugi e baite di montagna

La Val di Fassa anche in alta montagna prende per la gola

La cucina è l’altra carta vincente della Val di Fassa. Un pranzo o una cena in baita è una tappa obbligata della vacanza nella nostra valle. Si sale in quota (con gli impianti di risalita o a piedi) e ci ferma per una sosta sulla terrazza di uno dei tanti rifugi panoramici per godersi il sole e stuzzicare l’appetito con qualche bel piatto tipico, magari ascoltando un po’ di musica live. Tutto sommato la natura si gusta anche da seduti. Nelle stubi ladine, rivestite col legno recuperato da vecchi fienili, dal profumo inebriante di cirmolo e abete, si respira un’atmosfera rustica, casalinga. A tavola vengono presentate le pietanze della tradizione ladina, decantate in ogni singolo dettaglio dai gestori dei rifugi con cui intrattenersi in lunghe e piacevoli chiacchierate. Rifugi e baite aperti in estate in Val di Fassa



tourist-guide
VAL DI FASSA TOURIST GUIDE

Scarica l’App ufficiale della Val di Fassa.

Val di Fassa Tourist Guide è l’App mobile gratuita per tablet e smartphone che ti permette di scoprire la valle in un "touch". Disponibile per iPhone e Android

DEPLIANT E BROCHURE

Scarica o sfoglia online le nostre brochure. Di alcune potrai richiederne una copia, che ti verrà spedita a casa

Seguici su