Rifugio Antermoia

Rifugio Antermoia

Costruito nel 1911 dalla sezione fassana del Deutsch-Österreichischer Alpenverein, nel 1921 il Rifugio Antermoia venne assegnato alla SAT (Società Alpinisti Tridentini) e nel 1962 fu iscritto al CAI.
Negli anni la gestione fu affidata a diverse famiglie del posto. Dal 1990 al 2016, Almo Giambisi si occupò del presidio alpino, ubicato in uno dei luoghi più magici delle Dolomiti, accanto al laghetto, la cui origine è avvolta dal mistero. Si narra, infatti, che la nascita dello specchio d’acqua sia legata alla triste storia d’amore fra una bellissima "vivana" (ninfa) ed il poeta cantore Oswald von Wolkenstein. Dal 2017 Martin Riz di Campitello, guida alpina, coordinatore del soccorso alpino Fiemme e Fassa ed ex campione di sci alpinismo, è il custode del Catinaccio. Per lui il rifugio è il luogo per far conoscere ed apprezzare la montagna ai più giovani. Completamente rinnovato e aperto da giugno ad ottobre, l’Antermoia è raggiungibile solo a piedi, partendo dal Gardeccia, dalla Val Duron o dalla Val di Dona. Per vivere lo spirito del vero montanaro trascorrete la notte e svegliatevi all’alba per ammirare l’Enrosadira. Oltre al panorama, l’accoglienza e la cucina valgono la salita!

Info e contatti

Rifugio Antermoia
Località Valòn de Antermoa, 1
38030 Mazzin (TN)
+393336656311
Sito web

Richiedi informazioni

Grazie

Grazie: ti abbiamo inviato una mail per attivare la tua iscrizione e selezionare le tue preferenze se previsto.

Qualcosa è andato storto

Riprova

Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Concept, Design, Web

KUMBE DIGITAL TRIBU
www.kumbe.it | info@kumbe.it 

Chiudi

Grazie

La sua richiesta è stata inviata correttamente e le risponderemo al più presto. Una copia dei dati che ci ha fornito è stata inviata al Suo indirizzo email.

Chiudi

Richiedi informazioni

Stai inviando la richiesta a: APT VAL DI FASSA